Skip to content
gennaio 4, 2009 / Climacter

L’utopia alla Mario Incandenza di DFW

esercizio pratico rintracciabile anche tra le note della mia paginetta fb

la Gazprom, da cui dipendono in parte le sorti dell’Europa in fatto di consumo energetico -almeno fino a quando non sarà pronta la novissima centrale a fusione nucleare sognata da Carlo Rubbia, vagheggiata in modo infantile dall’Onorevole Casini, schifata con il solito difetto di lungimiranza dai veltroniani e progettata da uno staff di illuminate menti profughe riunite dal genio carismatico del Premier Berlusconi, capace di soddisfare le esigenze caloriche di Vecchio e Nuovo Mondo e il cui varo è previsto per l’anno duemilaeoltre- ha lanciato in orbita nei giorni scorsi un enorme Cuore cui saranno collegati tutti gli oleogasdotti, onde evitare che le condutture passino sul suolo canaglia ucraino. I paesi che si riforniscono dalla Gazprom dovranno a loro volta spedire nello spazio i tubi che, afferenti al momento in cui scrivo, allacciati al cuore, saranno finalmente -è il caso di dirlo- efferenti. E in molti, qui a Mosca, scommettono che il primo dotto efferente sarà proprio quello degli impagabili amici italiani.
Quel baluginio piuttosto intenso che gli stessi italiani hanno scorto nel cielo intorno alle 23 di ieri non è dunque da attribuire a meteoriti o meteorismi alieni, ma, più banalmente, al collaudo del nodo del seno del Grande Cuore Russo, perché pare che un errore in fase di assemblaggio, di cui si è scoperto immediatamente il colpevole, un ceceno con passaporto georgiano migrato in Ossezia del nord, Респу́блика Се́верная Осе́тия-Ала́ния, all’alba della dichiarazione di indipendenza dell’Ossezia del sud e perciò già conosciuto alle autorità, tale Zumirov, il quale, secondo fonti russe, sarebbe stato fatto prigioniero dallo stesso Putin durante una battuta di caccia alla tigre siberiana, determini il formarsi di aritmie ventricolari di cui non sarebbe nota la gravità. Soprattutto in assenza di gravità.
Fonte: Ansima

Annunci

2 commenti

Lascia un commento
  1. Fedelma / Gen 10 2009 12:45 pm

    Ma che credi che fossi stata inghiottita da una falda creata appositamente per me da un terremoto? Giammai!
    Son tornata a romperti, caro mio, e a sconvolgermi leggendoti. Sei pur sempre un bel manzo, bloggamente parlando…
    Ti abbraccio caramente

    Fed

  2. Climacus / Gen 11 2009 12:28 pm

    manzo? boh, io mi sento più… suino, ecco.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: