Skip to content
febbraio 15, 2008 / Climacter

Può l’elusione essere equiparata all’evasione?
Dialogo
lui si pulisce la bocca passandoci sopra il dorso della mano, fa qualche passo verso di me, io non indietreggio ma solo per paura, per paura di offenderlo
«perché non mi baci?»
è una formula che mi sono ripetuta a lungo, anche nel sonno, senza chiedermi se fosse efficace, neocritismo e fallacia intenzionale, a me piace il suo aspetto, mi piace arrotondarne il suono e restare sospesa nella scelta di termini che si equivalgono, equipollenti, dalla diade ai gruppi di analoghi
«perché non voglio alimentare in te speranze di cui impiegheresti troppo tempo a riconoscere la natura illusoria.
»
anche la speme ultima dea fugge i sepolcri
«se ti preoccupa il fatto che ho appena vomitato, sappi che porto sempre con me un flacone di colluttorio. E’ in macchina. Potresti aiutarmi a raggiungerla…»
e poi c’era l’oblio che involveva anziché avvolgere ed era notte, era la sua notte, un po’ come questa, riempita, no, svuotata dalle luci dei lampioni e dai fari di poche macchine, oggetti che virano dal giallo al rosso, e se le stelle fossero infinite (bello il paradosso, ma ingenuo, opinabile, risate astrofisiche) il cielo sarebbe più luminoso di notte che di giorno
«Trovo che l’italiano, con il Foscolo de I sepolcri, abbia toccato i propri vertici sia in quanto a eleganza e raffinatezza sia in quanto a erudizione e magisterio. »
«Per magisterio intendi l’autorevolezza con cui qualcosa si impone come
modello da esemplare?»
«Che figata, hai usato il verbo esemplare. esemplifigare Anche tu leggi il notiziario zanichelli
«Sì. Dammi una mano,
non riesco a infilare le chiavi nella topa. Toppa. Serratura.»
finge su tutto, anche sui lapsus
immagino sia la sua tecnica di seduzione apparire prostrato per poi negare tutto: -no no, carina, se pensi che io mi stia accasciando ti sbagli di grosso: mi preparo a fare le flessioni. su un braccio
«Sei capace di fare le flessioni su un braccio solo?»
«No, però so tenere una bottiglia di birra Moretti in equilibrio sull’uccello.»
«66 centilitri?»
«Esagerata! Saranno al massimo 26. 26 Centimetri e rotti.»
ascanio era quello del grande fratello, forse arcadio buendia… il fratello di aureliano. era lui che teneva la bottiglia di birra in equilibrio sul pene. rido.
«Comunque sì, hai detto bene. Modello da esemplare. Anche se sembra… »
«… anche se sembra un pleonasmo.»
plasmon
«Proprio così.»
«ne vuoi un po’?»
«perché, mi puzza l’alito?»
«no, per carità, non volevo dire questo…
»
biscotti pleonasmo
«che fai, lo ingoi?»
«mi rinfresca dentro. E poi mi fa fare rutti balsamici.»
«sai, mi chiedevo se in macchina, oltre al colluttorio…
»
che troia che sono
«poco ma sicuro! Ci tengo anche i preservativi.»
«no… Io veramente pensavo ai biscotti Plasmon…»
«…biscotti pleonasmo.»
si gratta un angolo della bocca, mi si avvicina
« …. No, davvero, non mi va. Oltre ad alimentare in te speranze che impiegheresti tempo e fatica a valutare
rettamente, assegnando loro il giusto valore di infingimenti, innescherei un processo simile dentro di me che forse mi condurrebbe a provare gli stessi tuoi sentimenti ancor prima di rendermi conto d’essere preda d’una astuta allegoria attraverso cui alla nostra mente piace d’ingannarci.»
complimenti per gli infingimenti ma forse si sentiva troppo che lo prendevi per il culo

all’ombra dei cipressi e dentro l’urne confortate di pianto è forse il sonno della morte men duro?
«perché allora Foscolo non ha avuto adepti ed è un caso isolato, un esemplare unico? Perché il modello da seguire sarebbe divenuto di lì a poco Manzoni, narratore superbo ma poeta da senari e settenari e cinquemaggi e rime e ritmi obbligati, delicato come una grancassa? Persino i suoi detrattori non si discostavano dal suo stile. Ce l’hai presente la Scappellatura? Scapigliatura. Scusa.
Sapresti rispondermi senza addurre cara ti  la motivazione amo fallimentare sul piano logico, perché in contrasto con quanto affermato da te riguardo al magisterio, e tuttavia facilmente prevedibile, che Foscolo era un modello troppo alto, sostanzialmente irraggiungibile? canto: vuoi che mi infili una scopa in culo e ti ramazzi tutta la stanza?
Ti ho chiesto
il culo? A me non sembra.»

(citazioni tratte un po’ qua e un po’ là,  soprattutto dagli Elio e le Storie Tese)

P.S. ho sempre creduto che una delle frasi più belle della lingua italiana sia stata ideata e declamata da Elio in una delle sue canzoni: "lo disse Foscolo/ lo ribadisco:/ il fulcro della vita/ è il sepolcro"
non fosse altro che per quel quasi ecolalico fo-sco-lo lo ribadi-sco che ha una sonorità stupefacente. Il doppio lo seguito da riba-disco, oltretutto, porta l’orecchio a percepire un discolo affiorante da ribadisco(lo) che pare configurarsi come un tranello uditivo di matrice gestaltica particolarmente ingegnoso e che produce l’effetto di spingermi irresistibilmente verso un processo di ipertrofizzazione della frase come nell’esempio: "ciò che disse il discolo Foscolo lo ribadisco, il fulcro(lo) della vita è il sepolcro(lo)."  
 





Annunci

20 commenti

Lascia un commento
  1. Flounder / Feb 15 2008 11:07 am

    trovo che questo brano si arricchisca giorno dopo giorno di nuove profondità e spessori.

    nel giro di fine giornata si potrebbe pensare di passare anche dalla sospensione di una 66 cl a una magnum.
    secondo me ce la puoi fa’

  2. eddiemac / Feb 15 2008 11:43 am

    io. ti. adoro.

    (mi sento confuso)

  3. Climacus / Feb 15 2008 1:00 pm

    smettila flouz, lo so che tu mi consideri un misogino che svaluta e depaupera il mondo interiore femminile e che per questo, senza neppure ascoltare le mie obiezioni a riguardo, non me la daresti mai. (rido) (rido un po’ meno pensando alla magnum che, però, essendo una 44, ritengo di poter tenere in equilibrio con meno sforzo di una 66) (cl sta per calibro, mica son stupido)
    E’ vero però che questa bischerata sta lievitando assai (pure troppo).
    Baciami!

    Eddie, anche se sei un uomo, non mi vergogno di dirti che tu adori di buono…
    (grazie!)

  4. e.l.e.n.a. / Feb 15 2008 1:42 pm

    io ti odoro.
    e ti sento e ti vedo e ti tocco e ti assaporo.
    e ti intuisco persino.

    ora
    (devo stare un po’ da sola).
    sei l’impero dei sensi.
    unico!

  5. Climacus / Feb 15 2008 2:35 pm

    i miei capezzoli ti stanno inviando sms d’amore, elena. (piano con i complimenti, ragassuola, che qui c’è gente cui piace maneggiare la pistola :D)

  6. Ubikindred / Feb 15 2008 2:56 pm

    Mi dicono di sì, ma ancora non sono riuscito a vederlo il film, per cui debbo lasciarti nel dubbio! :-)

  7. e.l.e.n.a. / Feb 15 2008 5:56 pm

    happiness is a warm gun! :D

  8. Climacus / Feb 18 2008 8:54 am

    citazione tratta da un film con Bruce Willis (che, sia detto per inciso, è l’attore preferito di mio padre):
    “non c’è nulla di più sexy di una donna nuda con la pistola.”
    (suona per certi versi ambigua, ma solo perché scompagnata (d)alle immagini del film, che toglierebbero ogni ambiguità e ne acclarerebbero la verità assoluta)

  9. direttivo / Feb 18 2008 11:51 am

    se aspetto ancora un po’ a commentare, il post diventa ancor più ricco.
    l’eterno miraggio della gallina domani

  10. Climacus / Feb 18 2008 12:29 pm

    in realtà cercavo un po’ di spazio per inserire il vitello dai piedi di balsa, ma ho pensato che sia meglio fermarmi qui, direttivo :) (ma tu avevi un blog?)

  11. direttivo / Feb 18 2008 3:00 pm

    fermarsi o inserire il vaccino contro i passi falsi, due ottime alternative.
    (non ho blog da scrivere, solo da ammirare)

  12. amelia1 / Feb 20 2008 1:00 pm

    a me pareva che qui ci fosse un altro post.
    mah.
    tuttto questo piacere in lo, scusa la ruvidezza, mi ricorda una barzelletta.

    Nel boschetto della mia fantasia c’e’ un fottio di animaletti un po’ matti inventati da me, che mi fanno ridere quando sono triste, che mi fanno ridere quando sono felice, che mi fanno ridere quando sono medio; in pratica mi fanno ridere sempre, quel fottio di animaletti inventati da me

  13. Climacus / Feb 21 2008 8:58 am

    sostieni che i miei piedi non sono di vero cobalto ma sono in effetti quattro piedi di pane ricoperti da un sottile strato di cobalto, Ame?

  14. amelia1 / Feb 21 2008 12:53 pm

    sostengo che dovresti stare attento all’orsetto.
    come sono certi orsetti, oggi.

  15. Climacus / Feb 21 2008 1:01 pm

    haha!

  16. anonimo / Feb 21 2008 1:34 pm

    Valutando rettamente (ahahah ma attento agli orsetti, come dice Amelia ;) tu sei un genio, lo ribadisco.

    Per me, il processo di pensiero pleonasmo-plasmon-biscotti pleonasmo è la ciliegina sulla torta (oddio, quanto ho riso)

    Se il Foscolo potesse leggerti, troverebbe soddisfatto il proprio desiderio di maternità ;)

    – Akin

  17. e.l.e.n.a. / Feb 21 2008 1:55 pm

    io, intanto, ti adoro.

  18. anonimo / Feb 25 2008 9:21 pm

    A me gli Elii spesso annoiano della stessa noia che mi provocavano i gruppi bravi al concerto di fine anno del liceo. Quelli che sapevano fare gli assoli dei Dream Theater. Ecco, gli Elii mi annoiano come i DT suonati da altri (e già loro..). Però quel verso mi è sempre sembrato perfetto. Anzi. Confesso che me lo ricanto spesso con la doppiafinta allitterazione: “Lo disse Foscolo / lo ribadisco-lo..”.

    Mowgli (allevato dal cantante di una cover band dei Police)

  19. amelia1 / Feb 26 2008 11:05 am

    ridi, ridi.

  20. Andylarock / Feb 26 2008 7:11 pm

    ha ha…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: