Skip to content
novembre 19, 2006 / Climacter

Doctor House – medical division

Dramatis Personae:

House: geniale diagnosta azzoppato dal carattere tignoso, incline al sarcasmo, all’ironica autocommiserazione, cinico ma non sprezzante, superbo ma non vanaglorioso. Ha la moto, il bastone, gli antidolorifici, un matrimonio fallito alle spalle.

Foreman: ex ladro di auto, ha trovato il riscatto nella neurologia

Cameron: bella e insopportabilmente moralista, si innamora dei malati terminali.

Il Biondino: figlio di un illustre chirurgo.

Cuddy: donna non più giovane ma ancora appetibile, in qualità di direttore dell’ospedale argina le stravaganze di House e spesso funge da capro espiatorio.

Wilson: oncologo e puttaniere, è il confidente bistrattato di House.

Nell’androne dell’ospedale, Wilson incontra House.

H: oggi sei in ritardo.

W: anche tu lo sei

H: io lo sono sempre, così posso incontrare i ritardatari e stigmatizzare il loro inqualificabile comportamento. Oggi non hai la cravatta e indossi calzini spaiati. Immagino ti sia dato da fare con la biondina affetta da ganglioscrotoma policromo, vero? Se un professore universitario si porta a letto le studentesse, il minimo che possa accadergli è di congedarsi con disonore dai colleghi di Princeton e ottenere la cattedra alla cattolica di Brescia sotto falsa identità e referenze. Trovo che sia molto più riprovevole che un medico si porti a letto le pazienti, ma d’altronde tu non sei un infettivologo e i calzini spaiati ti danno quell’aria un po’ dandy che, unita alla faccia da bravo ragazzo cresciuto in una fattoria dell’Arkansas con ferrei principii, attorniato da quattro eroici fratelli che presto saranno capitani di corvetta o di vascello, risulta irresistibile per qualsiasi giovane fanciulla con neoplasie frenulosarcoidali che ancora spera nella terapia interferonica vagolostatinica miscelata alle somatoglobuline alfa che, francamente, non risolverebbe neppure un mesolaringotracoma in fase neutro-opalescente. Wilson, tu mi deludi.

W: come sai che ho quattro fratelli in marina?

H: dagli orari in cui ricevi le telefonate. Si sa, la portaerei Heidegger si trova a nord delle isole Colubrine, ed ecco il primo drin drin alle 9 in punto. Il secondo drin drin arriva due ore dopo, e ciò è compatibile con la posizione della Wittgestein, nel golfo di Bora Faso. Ora, dato che ai marinai le telefonate sono concesse solo dopo la chiusura delle esercitazioni, basta conoscere un po’ di geografia e fare quattro calcoli per dedurre che le telefonate si spostano insieme al cono di luce che il caro sole proietta sul globo. Un altro metodo è quello di fregare la tua scheda personale dall’ufficio della Cuddy, ma giuro che questo non mi è mai passato per la testa. La privacy prima di tutto. Ehi, non odi anche tu l’inconfondibile squittio del telefono del tuo ufficio? Già. Proprio così. Salutami Michael e digli che sono fiero di lui.

 

Annunci

29 commenti

Lascia un commento
  1. Climacus / Nov 19 2006 11:45 am

    qui c’è gente che lavora!

  2. anonimo / Nov 20 2006 4:03 pm

    perfetto. quando ti trasferisci a Hollywood?

  3. mrka / Nov 22 2006 12:59 pm

    in effetti house ha quel tòcco in più.

  4. Seymandi / Nov 22 2006 7:34 pm

    Wilson era quello che in “l’attimo fuggente” si suicidava. “Carpe Diem”, ma adesso è un medico non-morto.
    Interessante.

  5. anaisgal / Nov 23 2006 12:32 am

    gregory house. semplicemente, lo amo.

  6. tulipani / Nov 23 2006 8:50 am

    Ooh, ma c’è da leggere! Stamattina devo scappar via, ma torno presto.

  7. Climacus / Nov 23 2006 10:56 am

    ho già preparato il seguito della storia, con la consulenza speciale di un mio amico, Stefano B., laureato in giurisprudenza che però voleva fare il medico ma non riuscì a superare l’esame di ammissione, e del mio medico della mutua, che fatica a distinguere il femore dal perone ma sa leggere le lastre e proporre diagnosi sbagliate, tipo quella volta che vide una macchia scura nel torace di mio padre e lo spedì d’urgenza al pronto soccorso per un edema polmonare e tutti ci cagammo addosso finché non arrivò lo pneumologo che scoppiò (pneumologo) a ridere e disse che quella roba scura era il cuore e appariva nelle lastre dove non doveva esserci perché papà ci ha il cuore dilatato, cosa di cui il medico della mutua doveva tener conto per non fare la figura del pirla, figura che in effetti fece. Il seguito parla di una donna che sta per abortire un figlio che non può aver concepito perché vergine.
    Presto mi trasferisco a Hollywood, caro Miic. Ho spedito a Chuck Norris una sceneggiatura scritta su misura per Chuck Norris che è piaciuta tantissimo allo stesso Chuck Norris, il quale sarà produttore, regista e attore protagonista del film dal titolo provvisorio “Il ranger di ferro”. Non è da escludersi la presenza di Bruce Willis nella parte del cattivo.
    La seconda serie di House mi è piaciuta meno della prima. Nel tentativo di approfondire la psicologia dei vari personaggi, soprattutto House Foreman e quella gran fica di Cameron, si è ottenuto l’effetto di trasformarli in caricature, effetto che però pare fisiologico per ogni telefilm che superi le 20 puntate. Tallone d’achille della seconda serie è stata la storia d’amore tra House e l’ex moglie, una vera rottura di coglioni insinuatasi inopportunamente tra le emoraggie scoppiettanti e i conati di vomito misto a merda che costituiscono il nocciolo spettacolare di ogni episodio.
    Resto dell’opinione che l’attore che impersona House sia veramente eccezionale, che solo Fassino possa sostituirlo, dopo essersi fatto crescere il pizzetto, senza sfigurare e che il biondino figlio di un illustre chirurgo non serva a un cazzo.
    Un saluto eritematoso a tutti

  8. mrka / Nov 23 2006 11:51 am

    porca miseria, pure io ho odiato la parentesi paragone del chili piccante, troppo piccante. al rogo!.willis lo vedo bene solo nelle parti da gelataio. è grave?

  9. tulipani / Nov 23 2006 1:25 pm

    Ma Michael chi? Chi sono tutti questi qui? Mi sembra già di non poterne più fare a meno. Speriamo non ne facciano un serial tv, sennò sono finita.

  10. Climacus / Nov 23 2006 2:23 pm

    Quando H. dice a W. di salutargli Michael, che non è il sior Schumacher, ammette implicitamente ma con gran mestiere (e a me interessava mostrare che House è più arguto del tenente Colombo) d’aver fregato la scheda personale di Wilson alla Cuddy, poiché dalla posizione delle portaerei e dall’orario delle telefonate poteva dedurre a culo che Wilson ha quattro fratelli in marina, ma non che uno di questi si chiama Michael. O magari poteva anche dedurlo come fece Guglielmo ne ‘il nome della rosa’ con il cavallo Brunello, vale a dire con l’aiuto della statistica, nel caso in cui una percentuale apprezzabile di marinai originari dell’Arkansas si chiami Michael, ma House è un medico ed è già sorprendente che conosca l’ubicazione delle portaerei, immaginiamo le statistiche sui nomi degli arruolati in marina dell’Arkansas, sempre che esistano e le une e gli altri.
    Tul, non dirmi che ti sei persa la puntata di ieri sera, con tutte quelle questioni filosofiche sulla dicotomia tra realtà scientifica, che si esprime nel dato misurabile, e realtà tout court, che include il delirio e il sogno, questioni che sfociavano in un bel rigurgito di cazzate tanto inconcludenti da farmi esclamare un porco tio prima di andare a letto?
    Marika, tu devi aver visto il seguito del seguito di Die Hard, quando Bruce, minacciato dal terrorista, è costretto a passare per harlem con un cartellone appeso al collo che recita – I hate niggers-, con l’effetto di somigliare a un gelataio.

  11. tulipani / Nov 23 2006 4:08 pm

    Cioè non era Michael che stava facendo squittire inconfondibilmente il telefono nell’ufficio di W? H non è un paragnosta? Willis col cartello invece lo ricordo bene, e anche Iron con la flotta di camions che porta via l’oro. Non mi ricordo come va a finire, però. Forse anche lì con una telefonata.

  12. tulipani / Nov 23 2006 5:55 pm

    Irons con la esse come camions, porcamiseria

  13. Climacus / Nov 24 2006 8:39 am

    Esatto, era proprio Michael!
    Jeremy Irons mi fa venire in mente Vagina D’Acciaio (steel vagina), protagonista di un noir dalle tinte fosche veramente fico. (Noir dalle tinte fosche è un pleonasmo?) (- Dategli 20 cc. di potassio, presto, ha un pleonasmo!-)

  14. medioborghesi / Nov 28 2006 11:06 pm

    ho sempre pensato che la “H” stesse per “Hospital”. ora ho capito

  15. ViperaVenerea / Nov 29 2006 1:39 am

    Ma solo a me il dottor house fa un po’ cagare? Non come lo racconti tu, Clim: così lo rivaluto.
    (un po’ cagare le storie, che sono tutte uguali. Da lui mi farei sbattere al muro)
    (e poi mi girano i coglioni a vedere questo ospedale lucentissimo con le stanze grando come piste da hockey. Eccheccazzo)
    (vogliamo i corridoietti verdi vomito con le colture di muffa e le sgocciolature dei tubi dell’acqua, le pallottoline di cotone sporche di fluidi organici accanto ai sacchi dell’immondizia, i medici scazzati e le infermiere con le vene varicose, le stanzette deprimenti con gli armadietti di ferro grigiastri. Quelli sono ospedali degni di tale nome. Mica sto Grand Hotel che fanno vedere lì in tele)
    (ho scritto un commento lugo quasi quanto i tuoi, clim. Toh)
    (com’è che scrivi così di rado? c’hai la tipa?)

  16. e.l.e.n.a. / Nov 29 2006 8:26 pm

    ciao clim, tu manchi e ti si aspetta come una puntata del dr. house. se saltassi un tuo post ti registrerei per leggerti in differita, accoccolata sul divano, succhiando nugatine o dissetandomi a canna con una birra.

    detto questo, ma secondo voi, nell’ultima puntata si parla dell’enneagramma quando dice che i 9 si sposano con i 9 i 7 con i 7 e via dicendo?
    io sarei un 8; se ci fosse qualche 8 (non von bismarck) che mi vuole sposare si faccia avanti.

    riprendendo un tuo commento, l’effetto pare fisiologico perché è l’unica soluzione.

    e poi, sì, perché la tua scrittura è così rada?
    dove cazzo sei andato ad ormeggiarti?
    che non lasci tracce neanche in giro?

    va bene, vado a rileggermi i vecchi post come le repliche del dr house.
    belli/e sempre

  17. eddiemac / Dic 2 2006 12:20 am

    io sarei un nove.
    forse. noi nove siamo sempre un po’ indecisi.
    clim, tu invece sei un genio.

  18. anonimo / Dic 2 2006 2:51 pm

    Io dovrei essere un 15, Elena. Se aggiungi il titolo nobiliare sono un 18. Non è che scrivo di rado, sono le tipe ad essere rade. Mi ci vuole una tipa, così posso dedicarmi al blog e negligere la tipa. Questo non significa che mi sia rassegnato ad essere single. Solo la mia mano destra è senza speranza, il resto di me si accoppierebbe con voi tutte. Tu, per esempio, Viperea. Molla il tuo uomo e immaginami House. Senza mano destra. Detto tra noi, il blog del tuo uomo ha un pessimo alito. Il mio, invece, sta guarendo dall’acne.
    Esprimi un desiderio, Eddie.
    La H è sparita dalle Hemorroidi per farsi Preparazione, medioborghesi. Ottima anche per l’Hacne.
    (Ho sofferto moltissimo. La gggente mi chiedeva sempre -cazzo haifatto alla fronte?-
    All’inizio ero sincero, -Acne vulgaris, ebbene sì, può venire anche a trent’anni-. -Ma va’-, dicevano loro. -Hai ingoiato troppo sperma-.
    Così ho iniziato a rispondere in modo evasivo. -Sai… è una dermatite. Non guardarmi così, non sono contagioso-. E tutti a dirmi -beh, l’acne mica viene solo ai ragazzini.-)
    Ci si sente

  19. Manent / Dic 7 2006 1:44 pm

    mi rendo ogni giorno che passa e trapassa che sono sempre più fuori dai dr.house (il dottore di chi sta a casa? ehm…) o dai campionati di scrittura creativa… nonstante questo rendersi conto senza sconto, delibera anche una nota piacevole sul tuo blog. leggo. ciao…
    p.s.non so se hai notato che sei tra i miei link preferiti anche perchè la bestiola mrka un giorno ha preso di mira il mio blog.

  20. anonimo / Dic 13 2006 5:24 pm

    …imperversa ovunque ‘sto dottore…
    baci, ti lascio qui la mia nuova casetta, quando vuoi passare… ;)
    swinging on hammock.

  21. mrka / Dic 17 2006 10:21 pm

    le bestiole e i buoni consigli i lettura. ( mamma, mamma, leggimi una storia)

  22. netta / Dic 20 2006 3:20 pm

    Caro vecchio Climacus… mi pregio di passare fra codeste tue pagine e deporre come un fiore il mio sincero augurio di buon Natale e di un serenissimo e abbondantissimo.. 2007
    netta

  23. anonimo / Dic 25 2006 1:13 pm

    Quando ho voglia di leggere qualcosa di veramente ben scritto, scanzonato a volte, profondo altre, irriverente sempre, caro Clim, ogni tanto ripasso da queste parti. Ti mando un sincero augurio di Buone Feste, da passare in total relax. Un abbraccio. — Akin
    PS: Ma che fine ha fatto il Monastero?! :)

  24. Andylarock / Dic 29 2006 8:46 pm

    Seee ciao. Io provo anche a passare di qua, magari raramente, ma sembra un blog fantasma. Che ti sei schiattato???

  25. anonimo / Feb 26 2007 8:39 pm

    Non tutti i bicchieri sono uguali Clim. Anzi, sono tutti diversi. Quelli che mi sono scolato stasera mi hanno vellicato un non so che di nostalgico che mi ha portato qui. Un saluto affettuoso (qualunque cosa tu stia facendo)

  26. Arthurcravan / Mar 2 2007 2:26 pm

    spronevole!
    aggiungerei che il biondino è un cristianotto, e alla fine muore

  27. Shirasaya / Mar 2 2007 6:47 pm

    Messaggio promozionale (ovvero “La prima minaccia”): Se non ritorni, Clim, vengo io lì e t’ammazzo. T’ammaaaaaaazzo!!! (Come direbbe Maltomini Marco in ‘Animal Ferox’) Va bé, va bé, ho capito.. questo tempo che non c’è…questo tempo che ci divora… (auguri, ad ogni modo, per qualsiasi cosa)

  28. mrka / Mar 5 2007 1:17 pm

    sembra un posto abbandonato di ortiche e paglie scure, rondini orbe e buste di plastica. eppure un poco di odore di disinfettante si sente. rosa lisoformio?

  29. mrka / Mar 14 2007 12:59 am

    climclim!almeno torna per mettere a posto quel rosso tagliato, la croce piccina è insostenibile.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: