Skip to content
gennaio 27, 2006 / Climacter

Aulico io?
Non piango. Otto anni di psicoterapia insegnano a piangere per la morte di un gatto, di un parente, a piangere se tua nipote di tre anni, sentendo la radio, dice che è lo zio Carlo che suona e canta.
Otto anni di ricusazioni, apologie, apostasie, menzogne, accuse, ammissioni, scelte, benefici, tormenti, insegnano anche ad addomesticare le lacrime, se esse sono sintomo di una destrutturazione della sfera affettiva, se sono prodotti di scarto del rimorso, se sono residui di un senso incombente di frustrazione che riconduce al peccato originale da cui la terapia trasse l’abbrivio.

Ma giuro, piangerei. Piangerei se il pianto non significasse tradire otto anni di sofferenze e piccole ricompense elemosinate dal letto dello psicanalista. Piangerei se la ricompensa più grande, che è il termine del cammino di normalizzazione, il successo della terapia, non fosse prevista per martedì prossimo.
 
Ciò che tu provi è così radicale da non ammettere altro all’infuori di sé.
E’ l’assoluto ciò che tu provi, come assoluto è ciò che io pretendo di importi.
Come quel ragazzo che, innamoratosi della statua di Afrodite custodita nel tempio a lei dedicato, macchiò il marmo levigato del suo seme e nulla potè più cancellarne la traccia, così io aspetterò che tu sia statua, per profanarti.
 
Nel frattempo, mi alleno a farmi seghe e a schizzare più lontano che posso.
 

Annunci

12 commenti

Lascia un commento
  1. anonimo / Gen 27 2006 3:39 pm

    Ciao Clim. Oggi ti pensavo. E allora son passata di qui per farti un saluto. Non mi aspettavo di essere tra i primi a leggere di tali rituali di separazione… ne son fiera.
    Un bacio da agrodolce

  2. Andylarock / Gen 27 2006 3:40 pm

    Au li còio?

  3. Andylarock / Gen 27 2006 9:44 pm

    Fam sai per dumà…

  4. Seymandi / Gen 28 2006 1:10 pm

    Sei il migliore a concludere i post. Il modo in cui arrivi al finale è incredibile. E aberrante. Bravo Clim.

    (cmq continuo a non vedere bene il tuo blog con firefox…lo sfondo è semprer bianco che più bianco non si può)

  5. e.l.e.n.a. / Gen 28 2006 2:04 pm

    [quel “conservami bene, elena”, lascia tracce di incommensurabile tristezza anche a me. però c’è una tale bellezza in quelle parole. e c’è una forza talmente dirompente che mi sembra come quando hai le mani ghiacciate dal freddo, perché, magari, le hai immerse nella neve e senti il gelo contemporaneamente al fuoco. il sangue che è bollente e per contrasto brucia e soprattutto sembra voler uscire, schizzare fuori dalle vene, con quel pulsare doloroso ma vitale. la percezione intensa del proprio corpo, della propria fisicità, l’ho sempre considerata come una inconfutabile e prepotente attestazione dell’esserci.
    l’appartenenza, l’appartenersi è una traccia indelebile. è un marker che non puoi eliminare. il raccontarsi, il rivelarsi è dare un pezzo di sè, concreto, tangibile che oltrepassa il significato delle parole, diventa storia, diventa il proprio vissuto, un pezzettino di carne, fisico, reale, estremamente sensibile al tatto. quando lo toccheremo, sentiremo entrambi. nel bene e nel male.

    epistassi. il gusto del sangue. chi non ha mai sofferto di questo disturbo, non sa. è come tagliato fuori da un’esperienza che unisce. e il ricacciarlo indietro, in gola, fa schifo, ma non ci si sottrae.

    sono felice ti sia piaciuto convergenze parallele. mi sarebbe davvero spiaciuto tu non l’avessi letto. perché ? perché mi sarebbe spiaciuto non leggerti a seguire. ci tenevo, non sai quanto, a te.

    e sono felice che tu, come quei piccoli dolori, sia tornato. ti sia adagiato sulle pagine, sulle parole. sia tornato indietro, inciampato, corso avanti. mi hai calpestato, senza farmi male, ma ho avvertito il tuo passaggio. non mi hai sorvolato. sei stato dentro le parole, le frasi, i rimandi. ti sei sporcato del terreno che attraversavi. e se ti sei sporcato, le mani, i piedi e tutto il resto, perché è come ti fossi rotolato dentro, il cuore, sì, quello è rimasto pulito.

  6. e.l.e.n.a. / Gen 28 2006 2:05 pm

    nel frattempo,
    io piango.

  7. Arthurcravan / Gen 28 2006 9:49 pm

    ciao clim! come stai?
    ho trovato i commenti andando un po’ a tastoni, qui non ci vedo, puoi togliere i fari abbaglianti per favore?
    mi piacerebbe leggerti!

  8. tulipani / Gen 29 2006 5:48 pm

    Intorno ai vent’anni mi sono appesa a una mensola sul letto un bel foglio con scritto a mano e in corsivo “Ricordati di non piangere”. A trenta mi sono detta pensa te quanta violenza mi sono fatta, le emozioni congelate, le lacrime fatte asciugare dal di dentro, pericolosissimo, farà venire anche i reumatismi. Vaffanculo e si pianga come e quanto si vuole, per dio.
    Adesso invece (proprio ieri) stavo giusto pensando che è ora che mi compri un foglio e una mensola e che rifaccia tutto daccapo. E’ vero che rischierò qualcosa, ma, se succederà, l’esplosione sarà totale e istantanea, e però fino ad allora avrò qualche speranza di tenere insieme tutti i miei pezzi.
    (Lo so, il buon senso, le vie di mezzo, eccetera. Se ero brava con le vie di mezzo mica scrivevo un commento così lungo, no?)

  9. mrka / Gen 30 2006 6:16 pm

    ogni volta me lo rileggo e mi sembra sempre diverso. sposti le parole?

  10. Andylarock / Gen 30 2006 9:59 pm

    Mercoledì è perfetto, dai che forse stavolta ce la famo…

  11. Flounder / Feb 1 2006 10:27 pm

    clim, questo post è assolutamente esilarante.
    il linguaggio tipico di quelli che restano troppi anni in psicoterapia senza trarne nulla di buono, ma diventando assolutamente pericolosi per gli altri.
    destrutturati ancora, ti prego.

    :) :)
    (alla faccia del Bravuomo)

  12. brezzamarina / Feb 7 2006 9:49 am

    grande!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: