Skip to content
febbraio 28, 2005 / Climacter

 

 Fiaba Ristretta
 
Inoltrarsi nel bosco significava smarrirsi e non fare più ritorno; fu per questo che ci si inventò la fiaba della strega che mangia i bambini: sul limitare della selva viveva una donna con il suo cane, una bestia magnifica che stava a guardia della casa e del pollaio, temuta persino dagli orsi; solitaria come una eremita, nei racconti degli uomini giù in paese, Camilla (questo il nome della donna) divenne il miglior deterrente contro le sortite senza scampo dei bambini nel bosco.
 
Si narrava che ella liberasse il portentoso animale dalla catena solo quando udiva il pianto di un bambino che vagava nell’intrico fittissimo delle piante, e che il cane, afferrato lo sventurato per la nuca, lo portasse agonizzante alla padrona che finiva la preda a colpi di bastone. Separati gli scarti dalle parti nobili con l’aiuto d’una mannaia, dicevano che Camilla cucinasse manicaretti per ignari viandanti.
 
Quando i bambini iniziarono a sparire, tutti furono concordi nel vedere in quei crudi racconti dei chiari presagi: chi aveva inventato le storie era stato guidato da una divina ispirazione e Camilla, da guardinga eremita, d’un tratto divenne feroce assassina.
 
Si narra di come i contadini che appiccarono l’incendio alla casa della strega, tornando in paese, raccontassero che l’impresa era stata più facile del previsto: il cane, guardiano implacabile, temuto persino dagli orsi, non s’era veduto. I bambini continuarono a sparire, inghiottiti dal bosco. Forse. 
Annunci

30 commenti

Lascia un commento
  1. debitiecoccole / Feb 28 2005 9:25 pm

    ho come una sensazione apocrifa da fiaba che serve a rendere insopportabile ciò che si sopporta fin troppo bene se lo si chiama cronaca.

  2. e.l.e.n.a. / Feb 28 2005 9:29 pm

    …quel -forse- posto laggiù è davvero inquietante..

  3. netta / Mar 1 2005 12:22 am

    però estremamente efficace… forse… notte giovanotto!!

  4. fuoridaidenti / Mar 1 2005 9:11 am

    un capro espiatorio è accettabile a patto che le cose tornino a posto. Forse.

  5. anonimo / Mar 1 2005 9:21 am

    Che bella la tua fiaba, gran chiusa!…Baci.
    TirNanOg

  6. tulipani / Mar 1 2005 9:32 am

    Ovvio: la strega crudelissima e bastarda non è mica bruciata nel rogo. Si è tramutata in Remigio, il mite potatore di alberi da frutto che viene di tanto in tanto giù in paese a guadagnar la giornata (già qualcuno sussurra che scenda in paese solo quando finisce l’ultimo avanzo di marmocchio nel freezer).

  7. Climacus / Mar 1 2005 9:50 am

    Debbie, splendido commento il tuo :)

    Elena e TirNa: nella prima stesura, la fiaba si concludeva con ‘veduto’. Ho aggiunto la penultima frase un secondo prima di postare. Il forse l’ho infilato di soppiatto con un edit furbastro :) Grazie mille :)

    Netta: l’idea guida era quella di tentare un esperimento metanarrativo, poi, scrivendo, mi sono accorto che, forse, poteva essere qualcosa di più e di meglio.
    Oppure qualcosa di più meglio. (la voce della coscienza critica mi sbraita contro un meritatissimo
    -Imbecille!-) Ero dubbioso sull’efficacia della rappresentazione: il tuo commento mi rassicura e mi fa sentire veramente fico :)

    Calma: la tua interpretazione mi inquieta. Non vorrei che passasse un messaggio di questo tipo, visto che sono convinto che il concetto stesso di capro espiatorio sia inaccettabile. Ma forse tu scavi in profondità e porti alla luce ciò che di non-intenzionale scorre nelle righe. Ottimo anche il tuo commento :)

    Troppo buona TirNa :) Un bacione

  8. Climacus / Mar 1 2005 9:55 am

    Tulip: tu simuli non chalance per non dover ammettere che un pochino (solo un cincinìn) hai avuto paura. BU! :)) Grazie per il commento, mia delizia :)

  9. Climacus / Mar 1 2005 9:59 am

    Comunque, stando a sentire i tg, sembrerebbe che Camilla sia morta. Il principale indagato, secondo le dichiarazioni del maresciallo Gonfalone, è il cane

  10. Ubikindred / Mar 1 2005 11:01 am

    Clim, potrei essere un pirla geniale o un genio pirla, che ne dici? Secondo me sono solo pirla, comunque ;-)

  11. doctor_faustus / Mar 1 2005 2:38 pm

    Il mio detto sulla sostanza era una sintesi di Anselmo e Spinoza. Spinoza del resto fu il primo a tentare una esplicazione “more geometrico” delle emozioni. In generale post come quello che hai commentato non hanno un autentico valore “filosofico”, ma tendono solo ad una forma di prosa che ha nella filosofia la sua fonte (ma non il suo esito). Quando scrivo in sede filosofica tendo alla chiarezza cartesiana e non gioco con i facili giri di parole.
    Grazie della solerte attenzione,
    J.F.

  12. mrka / Mar 2 2005 9:33 am

    tenera carne di marmocchio paffuto in salsa di cornacchia,la merenda preferita dalle vecchie streghe.

    -marika-

  13. Climacus / Mar 2 2005 10:21 am

    Faustus, neppure nel post che ho commentato giochi con i facili giri di parole. Inoltre, scusa se ti dico cose che già conosci, quel testo mi pare rientri nel novero di una serie piuttosto ampia di post dedicati all’amore, alla geometria delle passioni, agli abissi dell’anima: l’esito contestualizzato secondo me è autenticamente filosofico.

    marika, vale la pena ripetere: bellissimo il tuo ultimo scritto.

  14. Climacus / Mar 2 2005 10:26 am

    E’ vero, non ho mai trovato un testo più scorrevole e chiaro delle Meditationes de prima philosophia di Descartes. Riuscivo persino a capire il testo originale, nonostante il mio latino arrivi al massimo al nunc est bibendum e cazzate simili :)

  15. Gardenia / Mar 2 2005 11:31 am

    grazie; anche tu scrivi molto bene; g.

  16. Climacus / Mar 2 2005 12:39 pm

    Forse.

  17. all / Mar 2 2005 2:15 pm

    adesso non fare il modesto

  18. Workitout / Mar 2 2005 3:01 pm

    Va bene, va bene, m’hai persuaso: sarai la mia oasi fiabesca splinderiana, ok?

  19. Climacus / Mar 2 2005 4:59 pm

    Cazzo, questa è la prima fiaba che scrivo, Gravido. Ora mi toccherà scriverne altre sei, come minimo. Per uno che non conosce la differenza tra favola e fiaba è un’impresa disperata. Adoro le imprese disperate, sebbene non mi sia mai capitato d’avere l’incarico di curatore fallimentare. Ulderico è un bellissimo nome, non trovi?

    All, faccio il modesto solo perché per tutto c’è sempre una prima volta (che ho detto?)

  20. Andylarock / Mar 2 2005 5:29 pm

    Fico! Pensa che in futuro il successo delle tue fiabe potrebbe addirittura portare la gente a soprannominarti “L’Andersen de Casalpoi”. (:P)

  21. Climacus / Mar 2 2005 5:49 pm

    l’Andersen de Casalpoi el sùna be’, ma pensa s’i ghes de ciamàm ‘i fradei Grimm de Casalpoi’: la sudisfasiù la sarès dòpia, diàol d’un can! E ricorda semper che quan’ ta et en bagn, ta ghét en man el tò futùro

  22. Ubikindred / Mar 2 2005 6:23 pm

    Clim, lo spirito del salame nostrano si è impadronito di te! ;-)
    P.S.
    Non mi denigrare il nunc est bibendum! Alceo e poi Orazio sono diventati i miei padri spirituali grazie a quello!!!! ;-)

  23. Climacus / Mar 2 2005 6:35 pm

    fermami ubik, chiama un esorcista, sento che sto per invadere il tuo blog con un’orda di cazzate! :))))

  24. Ubikindred / Mar 2 2005 6:39 pm

    Clim e chi si accorgerebbe della differenza???? :-D

  25. Ekatherine / Mar 2 2005 7:23 pm

    per me puoi fare i fratelli grimm di casalwhatever, soltanto non metterti a enunciare leggi fonetiche perchè se no ci rimango male.

  26. Climacus / Mar 2 2005 7:32 pm

    Non lo farei mai, Eka. Il bresciano è un dialetto che non m’appartiene. Meglio il mantovano. E poi non riesco a trovare la o con l’accento acuto e tutte le dieresi, uffa. Grazie per la visita :)

  27. Ekatherine / Mar 2 2005 7:34 pm

    che io ci passo sempre ma non sempre commento.

    …latüga

  28. Climacus / Mar 2 2005 7:36 pm

    Inoltre dovrei farmi aiutare dal Sommo Gilgamesh, che oltre a conoscere 10 lingue (morte, quelle vive saranno 40), parla una novantina di dialetti.

  29. Climacus / Mar 2 2005 7:36 pm

    DANNAZIONE! :))

  30. Ubikindred / Mar 3 2005 10:10 am

    Mappa caratteri, seleziona, copia e incolla :-)
    il rito abbreviato consiste in qualcuno che, mentre passi pensando ai fatti tuoi, ti tira in testa una torcia accesa, dopodiché si vede se bruci o no? ;-)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: