Skip to content
gennaio 31, 2005 / Climacter

Omaggio a Queneau 

99 varianti d’autoflagellazione

 
1) Dito nell’uscio della casa degli Usher, in attesa del crollo (vd E. A. Poe)
2) Taglio dell’unghia incarnita con mozzasigari
3) Toelettatura del Gran San Bernardo
4) Alesatura delle nari
5) Sfilettatura del frenulo
6) Deviazione dell’uretra tramite inserzione di chiodo di garofano
7) Pediluvio in minestrone bollente
8) Elettrocuzione
9) Elencazione mnemonica dei nomi propri di persona contenuti in ‘Genesi’
10) Elencazione mnemonica dei primi 60 decimali del p greco
11) Elencazione mnemonica dei titoli delle opere di Sant’Agostino
12) Salasso attraverso punture di zanzara
13) Ripetizione in sequenza delle parole ‘emolumento-elucubrazione’ alla massima velocità per 1000 volte consecutive senza scilinguare
14) Preparazione di crostata ai fichi d’india
15) Assunzione contemporanea di farmaci lassativi, diuretici, emetici
16) Assunzione di Viagra per partecipare a gara di salto con l’asta
17) Cantare un brano composto in esametri giambici con tempo di diciasette sedicesimi 18) Evitare di scrivere cazzate
19) Fare un buco nell’acqua
20) Immersione nel po’ (scritto proprio po’)
21) Alluce nella sportello a scorrimento del Transit
22) Barrire, Garrire, Bramire, Nitrire, Frinire durante la Messa
23) Indigestione di mandorle amare con conseguente rutto al cianuro 
24) Mordersi le gengive
25) Scapicollarsi (alla lettera e senza ausilio di vocabolario)
26) Cauterizzarsi una ferita che ancora non c’è
27) Procurarsi la ferita che prima non c’era, adesso c’è
28) Evitare di cauterizzarsi la ferita
per coerenza logica
29) Costruire un modellino funzionante di Stazione Orbitante Spaziale Internazionale ecc. in scala 1:1
30) Esiliarsi
31) Esilararsi
31) Sbellicarsi
32) Farsi cibo per vermi
33) Pestarsi un callo
34) Scongelarsi un gelone
35) Rubare l’osso all’alano del vicino
36) Rubare l’alamaro al vicino, capitano dei carabinieri
37) Rubare il calamaro al pescivendolo, il calamaio allo scrivano, il divano al pantofolaro, la pantomima al mimo, la mimosa all’ottomarzo, il marzapane al pasticciere, il panegirico al panegirista, l’estimo al contabile, la stima al notabile, lo stigma al venerabile, allo stilita lo stilobate, all’abate l’abito che non fa il monaco, al monarca la corona, alla corolla il pistillo, la stilla a chi è rorido, l’ostello a chi ruba il posto all’oste, l’ostia al prevosto e chi s’è visto s’è visto
38) Scegliere di dirigersi in direzione opposta a quella che s’è scelta
39) Giocare a calcetto saponato
40) Infeltrire dopo lavaggio a secco
41) Plaudire il plausibile
42) Arridere al risibile
43) Irridere il risicoltore
44) Dialogare con Eco
45) Imporre regole ad Eco (economizzare)
46) Imporre il proprio credo ad Eco (ecomenizzare)
47) Limarsi le pupille
48) Sottoporsi a 7 anni di psicoanalisi per accettarsi (nella schiena)
49) Emularsi nell’atto stesso d’immolarsi
50) Sfidare Zenone di Elea in una gara di velocità
51) Ingerire una tenia, o in mancanza di tenia, un Tena Lady contro le piccole perdite
52) Scodinzolare randagi
53) Avversarsi venendo alle mani, indi divincolarsi dalla rissa
54) Accalcarsi in solitario, indi divincolarsi dalla ressa
55) Tuffarsi nel lago d’Iseo, indi tumularsi come scoria radioattiva
56) Introiettarsi nella personalità di Calderoli
57) Navigare in internet con modem 56k per più di 15 ore
58) Evirazione del tratto gastro-esofageo
59) Deflorazione della flora intestinale tramite decespugliatore
60) Provocare tracimazione della sostanza grigia peri-acqueduttale mesencefalica chiedendo intervento riparatore dell’idraulico
61) Rimozione chirurgica senza anestesia di chiave inglese da corteccia cerebrale
62) Divorare una quaglia viva
63) Affermare con convinzione di fronte a commissione di virologi che ‘zio Pino l’han ricoverato per l’ebola’ (vd embolia), di fronte a commissione d’entomologi che ‘la faccia di mia sorella d’estate si riempie d’efemeridi’ (vd efelidi), di fronte a commissione di linguisti che ‘andare da parma a brescia in litote non è poi così divertente’ (vd littorina)
61) Attendere che Trapattoni indica una circonferenza stampa
62) Sostenere accanitamente di fronte a commissione di biblisti che il deuteronomio è un isotopo dell’idrogeno e che è deuterio discostarsi da siffatta verità
63) Martellarsi i coglioni
64) Depositare le uova e covare rancore perché la chioccia chiosa capziosa e tu non sei pratico di cavalli
65) Ripetersi maniacalmente "se non arrivo a 99 potrei fermarmi a 66"
66) Procedere fino a sessantasette, nonostante la situazione di morte apparente
67) Vedere che si è appena scritto quore, sapere d’essere anQuora in tempo per quorreggere, esimersi dal quorreggere per disprezzarsi a tal punto da morire di crepaquore 
68) Appollaiarsi nudi su formicaio*
69) Appollaiarsi vestiti su termitaio
70) Inserzione di proboscide di formichiere nell’ano
71) Schernirsi e schermarsi ghermendo la scherma, gremendo l’usbergo: ergo scherzarsi, di sterco lordarsi per l’onta lavare allogando la lancia nel quore.
72) Vd 67
72 bis) Bistrattarsi
73) Impallidire per la canicola, incanutire dal parrucchiere, cacare in un bagno turco
74) Veicolare la peste e la leptospirosi indi derattizzarsi
75) Imparare a nuotare per sentirsi ovunque fuorché in acqua pesce fuor d’acqua
76) Comporre lipogramma in aeiou
77) Scrivere autobiografia analizzando in particolar modo le cause della morte del protagonista
78) Spiaggiarsi in qualità di cetaceo
79) Ghigliottinarsi in qualità di Delfino (di Francia o Franciacorta se si è nani o bresciani)
80) Suppurare
81) Procurarsi mastite suggendo
82) Suggere mastice procombendo
83) Sbarazzarsi del proprio cadavere
84) Sbarellarsi col proprio catetere
85) Spiegare ad analfabeta picchiatore fascista con linguaggio che si fa via via più ubertoso la differenza che corre tra ‘Spazientire-Impazientire’
Fastidioso prurito intimo? C’è Vagisil crema
86) Boicottare prodotti di cui si fa uso con larghezza come Vagisil crema, Preparazione H, Imodium, Topexan, Quattro Sassi in Pastella, Quattro Bolsi in Stampella, Quattro Falsi in Predella, Quattro Prolassi in una sola Donna
87) Ne mancano 12, mi sento mancare. 
87 bis) Sentirsi mancare un polpaccio
88) Circumnavigazione di Internet (con modem 56k, vd 57) 
89) Apologie e Apostasie di un trepido
90) Perché la maionese non ammattisce?
91) Ammansire una fiorentina
92) Render mansueta una manza, o, in alternativa, una manzotin
93) Ingestione di Ace Gentile al buon profumo di Lavanda (Osiris) seguita da Lavanda (gastrica)
94) Idem come sopra, sine Lavanda
95) Essere un giorno Tantalo, un giorno Sisifo
96) Avere Erinni per la testa (vd Grillo)
97) Ci sono quasi! (ricordarsi all’improvviso che oggi si è Sisifo)
98) Scatenare su di sé un diluvio universale di Vaffanculo (Olè!)
99) Calamitare su di sé odio universale
99bis) Vendere enciclopedie britanniche.
Se il prurito persiste, consultare il dermatologo

 

Annunci

53 commenti

Lascia un commento
  1. Climacus / Gen 31 2005 10:52 am

    * L’asterisco sta a significare che qualcuno lo ha fatto davvero

  2. Ekatherine / Gen 31 2005 10:54 am

    mio cavaliere senza macchia e senza paura, che giustifica le sintassi traballanti e toglie i peccati d’ortografia, hai dimenticato l’epistassi autoinflitta.

  3. Climacus / Gen 31 2005 11:09 am

    Eka!!!!! Ce ne sarebbero altre novantanove, ma se continuo ad elencarle mi conducono gentilmente alla neuro. Ieri, arrivato a 66, ho davvero temuto per la mia salute mentale e mi son buttato giù un neurolettico. Scherzo. (avrei voluto farlo però. Ad ogni modo non prendo più quella roba)
    Devi spiegarmi quale sintassi traballante ho giustificato, mia Ginevra.

  4. Ekatherine / Gen 31 2005 11:19 am

    la mia, ser climacus! se v’è tema per la salute dello cerebro tuo, potrei io stessa por mano alla stesura dell’opera, dotta alquanto, sull’autoflagellazione, attingendo a quant’io vidi in quest’anno, e comprendo in ciò anche l’ingestione di naftalina, l’ingestione di bucaneve con l’ortolina, l’ingestione di quantità smodate di crauti, le chiappe incastrate in rullo trasportatore, singolar tenzoni tra uomo e prosciutto guidato dalla sola forza di gravità, il caffè d’orzo e la remissione dei peccati, amen. potrebbesi così giungere financo oltre il centinaio

  5. Climacus / Gen 31 2005 11:19 am

    Ho capito. Voglio solo dirti che potere ha come ausiliare sia essere che avere. ‘Avrebbe potuto essere’ è assolutamente corretto, perciò non vedo necessità alcuna di trasformarlo in ‘Sarebbe potuto essere’ solo perché l’anonimo stronzo pensa erroneamente che sia sbagliato.

  6. Ekatherine / Gen 31 2005 11:22 am

    ma così faccio contento l’anonimo verbomane e l’altro anonimo che mi spinge a far contenti i miei lettori rendendomi simpatica.
    probabilmente potremmo aggiungere alle autoflagellazioni anche lo studio dei verbi ausiliari

  7. Climacus / Gen 31 2005 11:22 am

    Le chiappe incastrate nel rullo trasportatore è un’autoflagellazione assolutamente imperdibile! :))

  8. Climacus / Gen 31 2005 11:27 am

    Mi scuso per aver mandato affanculo il tuo personalissimo anonimo, ma avevo il sospetto che fosse lo stesso dei commenti antisemiti nel blog dello Zar.
    Sono d’accordo sugli ausiliari (del traffico) :)

  9. Ekatherine / Gen 31 2005 12:25 pm

    lo sai che lì da me puoi mandare affanculo chi ti pare e piace. fai come se fossi nei tuoi commenti, insomma. (sul blog dello zar una volta tentai di immedesimarmi nel COMMENTATORE TUTTO IN MAIUSCOLO, ma è stata un’esperienza distruttiva per la mia povera piccola psiche)

  10. junior / Gen 31 2005 2:11 pm

    ne farò un poster, di questo post
    (solo ora mi rendo conto che è molto facile fare un poster con un post)

  11. Andylarock / Gen 31 2005 2:58 pm

    100) Leggere tutti e 99 i punti e non disaccorgersi solo alla fine che se non AVREBBI saputo dell’esistenza di CUESTO blog probabilmente non ti saresti sottoposto ad autoflagellazione mentre a distanza Climacus sogghigna nella sua tana sapendo di aver causato autoflaggellazione altrui.

  12. TirNanOg / Gen 31 2005 6:45 pm

    …avrebbe potuto essere assai più lungo…ma è veramente un bellissimo post…
    Felice di non aver aspettato un altro mese per leggerti, ti bacio.

  13. Climacus / Feb 1 2005 8:22 am

    Junior: se riesci a fare un post-it del poster, vengo lì e ti bacio sulla fronte. Se sei un militare, vengo lì e ti bacio sul fronte. (99 ter: entrare nel corpo dei marines e attendere che i marines vadano di corpo per uscire)
    Andy: sei maledettamente vendicativo. Il tuo ‘avrebbi’ e ‘cuesto’ m’hanno spezzato il quore.
    TirNanOg: i tuoi baci mi imporranno di postare ogni giorno :)
    Eka, il commentatore tutto in maiuscolo non è lo Zar? :)
    (i sorrisi li riservo alle donne, a voi due, andy e junior, posso al massimo baciare il (??) )

  14. lacontadina / Feb 1 2005 10:30 am

    troppo zass

  15. Climacus / Feb 1 2005 11:03 am

    Zass? Che significa?

  16. lacontadina / Feb 1 2005 11:07 am

    zass significa simpatico intelligente. é un termine dialettale (campobassano)

  17. Climacus / Feb 1 2005 11:13 am

    Anche tu sei troppo zass!

  18. lacontadina / Feb 1 2005 11:16 am

    e si, io già è tanto, se sono normale :)

  19. anonimo / Feb 1 2005 11:19 am

    Infilarsi un dito in culo pensando di fare un buco nell’acqua.

  20. Climacus / Feb 1 2005 11:56 am

    Chi sei, oh anonimo? Deh, svesti i panni dell’anonimato perché io ti riconosca!

  21. netta / Feb 1 2005 12:54 pm

    ci sono persone che sanno capire esattamente di cosa hai bisogno.. credo siano speciali.. quelle persone.. comunque siano e ovunque siano… a volte basta un corsivo per correre la mano sulla spalla con, suggerire un respiro .. grazie Giovanotto

  22. Ekatherine / Feb 1 2005 1:44 pm

    OT: l’autore, ovviamente, è giorgio luigi (jorge luis borges). a questo punto della storia si apre un flashback con domanda.1) flashback. domenica pomeriggio, inizio turno. tiro fuori dal mio cassettino una copia di l’Aleph, passa un altro essere umano e mi dice: che leggi? io: bòrges. lui: aah, bello borgés.2) domanda: tu che sei il nume tutelare delle mie questioni ortografiche, sintattiche ecc. ecc., consigliami orsù su qual era, è, sarà l’accentazione giusta. e magari se ci voleva o no l’apostrofo dopo qual. amen.

  23. all / Feb 1 2005 2:21 pm

    ho sentito dire (visto scrivere) che gli autoflagellanti ben sopportano le crudeli frustate, grazie ad un certo fungo allucinogeno che s’insedia e si moltiplica nelle piaghe sanguinolente

  24. amaramente / Feb 1 2005 2:49 pm

    mi novantanovo tutte le varianti, dal basso in alto, da sinistra a destra. e viceversa. mi soffermo sulla trentunesim che mi fa sussurrare “ombelicarsi”. poi passo ai commenti e m’impianto nell’anomino – quello del bucato culoso – che ispira la mia malsana e dubbia sanità mentale:
    “farsi un clistere dall’ombelico”
    se l’evacuazione non riesce, consultare uno psichiatra.

    stai dicendo che mi togli il saluto? ;)*

  25. anonimo / Feb 1 2005 3:54 pm

    uff, con tutti questi bei commenti non so proprio che scrivere… ;-) agrodolce

  26. TirNanOg / Feb 1 2005 3:55 pm

    …climacus…l’unico sospetto legittimo che sollevano i tuoi commenti è che il tuo pusher ti fornisca roba davvero buona…
    ti bacio, anche oggi :)

  27. Climacus / Feb 1 2005 5:37 pm

    Cara Eka, ho consultato una bibliografia degli studi critici sul grande scrittore di Buenos Aires e ho trovato il cognome Borges accentato soltanto nel titolo del libro di Pierre Macherey, Borgès et le récit fictif, nel vol. Pour une théorie de la production Littéraire (Maspero, Paris, 1974).
    [meriterei il premio Mucca per questo :) ]
    All: funghi allucinogeni nelle piaghe? Ora sarò costretto ad aggiornare il post:
    Avvertenza: autoflagellarsi in luogo umido
    Amaramente: non oserei mai toglierti il saluto. Il clistere, quello sì :)) (grazie mia sciamana :) (ti ho chiamato sciamana? Beh, mi sembra un bel nomignolo. Se a te non piace, fammelo sapere che ne trovo un altro)
    Netta: ho risposto da te
    Agrodolce: ricorda che sono tuo prigioniero :)
    TirNanOg: non vedo l’ora di scoprire il tuo nome :)

  28. Ekatherine / Feb 2 2005 12:40 am

    uhm. è il fatto che sia francese che non mi convince: a quanto ne so in francese la e accentata vuol dire solo che si pronuncia. passerò una notte insonne (tu il premio mucca lo meriteresti comunque, solo per post come questi e per il fatto che sei passato da borgo carissimi)

  29. Ekatherine / Feb 2 2005 12:44 am

    ps. ricordo or ora che guccini in via paolo fabbri 43 pronuncia bòrges (con g dura, credo, tra l’altro) e che non ti ho detto che il racconto da cui è tratta la frase da cui questo psicodramma accentuativo ha preso avvio è “l’immortale”

  30. Climacus / Feb 2 2005 9:20 am

    Ho appena scritto un’invocazione all’eruditissimo poliglotta Gilgamesh (gilgamesh.splinder.com) nella speranza che ci soccorra. Ciao Eka.
    (noto soltanto ora come il mio inconscio mi abbia portato a chiedere aiuto a Gilgamesh dopo aver assorbito l’informazione che il titolo del racconto di B. è ‘L’immortale’. Fosse stato ‘L’immorale’ avrei chiesto aiuto a Ubik :)

  31. Ubikindred / Feb 2 2005 10:17 am

    Ed eccomi qua, invocato e convocato (immorale?!?! Moiiii???? Ma se mi danno costantemente del moralista….ah, capisco, mi avresti richiesto un esorcismo dello stesso….). In effetti ho studiato Weber (ma come sempre, in questi casi, la lettura di prima mano è stata un’esperienza assai ridotta, purtroppo….in compenso mi ricordo particolari succosi della sua biografia…pazzia, impotenza et similia).
    Per quel che riguarda il Maestro Argentino, io personalmente spezzo una lancia in favore della pronunzia “Bòrghes”, così sempre capitommi di sentirlo nomare….non che mi sia stato richiesto, ovviamente….altrimenti, che gusto ci sarebbe?
    All’inizio vi era la biblioteca, ora, se non m’inganno, dovrebbe esserci un’agenzia di P.R… ;-)
    Amico Climacus, io comunque, a scanso di equivoci, declino ogni responsabilità delle tue reazioni (ogni responsabilità– ae -ae -am -a -a -ae -arum -is -as -ae -is)

  32. Ekatherine / Feb 2 2005 10:34 am

    siete splendidi.

  33. debitiecoccole / Feb 2 2005 12:04 pm

    mi viene solo da dire minchia, con la mia proverbiale capacità di sintesi.

  34. gilgamesh / Feb 2 2005 1:01 pm

    Johannes Climacus, ti ringrazio dell’attenzione e dei complimenti, perfino vagamente imbarazzanti :o)
    Circa la questione che proponi, io sarei della tua stessa idea, ovvero pronuncia Bòrges, con la gutturale, essendo el viejo bibliotecario argentino, ed essendo la pronuncia argentina (peraltro molto bella e musicale) una variante del castigliano. Macherey è (era) invece francese, e si sa, i francesi tendono a gallicizzare qualunque pronuncia, dunque non è detto che Borgés sia quella corrette. Occorrerebbe sapere come Jorge stesso pronunciava il proprio cognome: mi metterò in cerca di qualche registrazione audio, d’interviste o d’altro, l’unico sistema sicuro per dirimere la questione, salvo domandare a chi l’abbia conosciuto.

    Update: ho trovato vari file audio (in formato .ram ed .mp3) con la voce del maestro e altri di attori recitanti sue poesie o racconti, perfino uno di Alfonso Bioy Casares, ma nessuno dove nell’introduzione il cognome sia pronunciato. Comunque, nonostante il parere di Macherey, anche per eufonia con la pronuncia del nome ( Jorge con la “hota” aspirata in apertura in argentino ha per forza la gutturale e l’accento sulla prima sillaba) proporrei una soluzione salomonica: pronunciare entrambe le vocali accentate, ma insisterei sulla g dura. Un’amica cilena, interrogata in merito, è della stessa opinione.

  35. gilgamesh / Feb 2 2005 1:03 pm

    Aggiungo che quest’esercizio di stile, notevole, dovresti sottoporlo all’attenzione del buon Zop sul suo omonimo blog.

    E mi chiedo, vista che hai scelto il nome di un asceta contemporaneo di Maometto, se esiste una tua versione della scala per il paradiso, e dei suoi 30 gradini.

    Ora comunque leggo il resto del blog.

    A presto,

  36. gilgamesh / Feb 2 2005 1:11 pm

    Errata corrige: nel commento sotto, “visto” e non “vista”, ancora sotto “corretta” e non “corrette”. Refusi da nulla, in effetti non inficiavano la comprensione, ma non potendo correggere un commento dopo averlo inserito…

    Son risalito fino a Novembre 2003, direi che c’è un bel po’ da leggere :o)

    Circa la prima domanda mi son risposto ormai da solo.

    Saludos, de nuevo –

  37. amaramente / Feb 2 2005 1:42 pm

    oh sì che mi piace. sciamanominami, liberami dallo sciame e avvolgimi con sciarm e sciàmito, mio sciamannato! scià scia. o :))*

  38. Andylarock / Feb 2 2005 1:43 pm

    Ciao Clìmacùs! Per accontentare un po’ tutti io accenterei il clìstére e non lo toglierei affatto dal sedére.
    Un solo quesito mi turba: quante di queste autoflagellazioni hai provato? (non vale il dito nel culo…quello sappiamo benissimo tutti e due che ti piace.) (8-P)

  39. amaramente / Feb 2 2005 1:50 pm

    e tra un clìstère e l’altro io correggerei l”errata corrige” in “errata coccige”…
    poi mi verrebbe un’altra correzione ma sarebbe troppo schifosa…:)

  40. anonimo / Feb 2 2005 2:45 pm

    Quella gran merda di splinder non mi riconosce più.

  41. Climacus / Feb 2 2005 2:48 pm

    Rieccomi. Purtroppo non ho tempo per rispondervi, amici. Lo farò più tardi. A presto

  42. Climacus / Feb 2 2005 3:03 pm

    Volevo scrivere: “lo farò al più presto. A più tardi” o anche “al più tardi lo farò al più presto. A dopo.”
    (sono o non sono un idiota?)

  43. Arthurcravan / Feb 2 2005 11:08 pm

    Fiori blu per dinci! Divertimento assicurato anche a tirarsi cucchiaiate di farina negli occhi ben spalancati!

  44. Climacus / Feb 3 2005 9:23 am

    Ubik: è il tuo pensiero ad essere immorale, non la tua condotta. Come il musicista rivoluzionario che spazza via l’antico sistema facendo leva sulla conoscenza delle regole stesse del sistema, tu aderisci intellettualmente a norme condivise per ribaltarle con ironia, costruendo un nuovo sistema che nel non-sense, nel grottesco-surreale trova la propria strutturazione.
    Non ho la minima idea di cosa significhi, ma sappi che ti stimo.
    Eka: vorrei tanto che questo psicodramma continuasse, per non privarmi della tua presenza. Tu rappresenti il sorriso dell’intelligenza sorniona che ancora non ha smarrito la propria levità innocente.
    Non ho la minima idea di cosa significhi, ma vorrei guardarti negli occhi e pronunciare il tuo nome e stupirmi d’averlo fatto senza alcuna malizia.
    Debbie (D&C): tu potresti essere femme fatale e ragazza della porta accanto senza soffrire di dissociazione della personalità. Cangiante, umorale, lucida, geniale come i tuoi scritti; fresca, polita, mai artificiosa, mai frivola, mai inessenziale, luminosa come il tuo stile lasceresti cadere il fazzoletto, attenderesti ch’io lo raccolga per sgambettarmi, rideresti vedendomi sgambettare come un bacherozzo disteso sul dorso, mi solleveresti da terra porgendomi una manina tepida (ma che teeeepidaaaa maninaaaa), mi offriresti del gin tonic e una tisana. Vorrei accompagnarti con la chitarra mentre canti.

  45. Ekatherine / Feb 3 2005 1:37 pm

    vabbè. ti ho mai detto che adoro gli elenchi? oggi non sono sorniona perchè ho la cervicale. per continuare lo psicodramma, così: tu dici àmaca o amàca?

  46. Climacus / Feb 3 2005 1:56 pm

    àmaca io dico pensando ad itaca. Poi dormo. Sono il barbone d’Ulisse, solo un po’ più barbogio. Mai ch’io sia lenone di Penelope o, il cerchio si chiude, d’Andromaca. (sono triste, perché?)

  47. Ubikindred / Feb 3 2005 2:28 pm

    E dopo ciò, che dire? Una cazzata sicuramente (non vorrei deludere chi mi conosce)….Eka, tutto sta nel chi si prende a modello: fonti affidabili riferiscono che Marlene Dietrich riuscisse ad essere sorniona anche con la sciatalgìa (…per piccina che tu sia, tu mi sembri pandemìa…)…
    P.S.
    In effetti così era Climacus…nel dubbio scegli la cosa migliore è sempre una buona regola di vita :-D

  48. vouvoltar / Feb 3 2005 6:03 pm

    sfilettatura del frenulo fa venire i brividi….brrrrrrrrrrrrrrrrr

  49. Ekatherine / Feb 3 2005 6:21 pm

    numero 143: fotocopiare un dizionario di greco e mentre lo porti a rilegare soffia la bora

  50. anonimo / Feb 3 2005 6:32 pm

    senza fiato, ci sono arrivato, ammirato.

  51. Climacus / Feb 4 2005 9:23 am

    Cristosanto, un vero diluvio di commenti. A gilgalmesh, che ha dimostrato generosità e pazienza (oltre che erudizione) non comuni, ho risposto sul suo blog. Mi chiedo se risalendo fino al novembre 2003 si sia sorbito tutte ma proprio tutte le mie cazzate. Il suo atto coraggioso mi ha spinto all’emulazione, mi sono riletto e, giuro, non ho capito una sega. Mi sono piaciuto, però. Ammetto che i critici di scricom, primo fra tutti il Giannoni, avevano ragione. (grazie Mick)
    Amaramente: vada per sciamana. (comunicami l’altra correzione o non ti sciamàno più :)
    Andy: dovrei essere arrabbiato con te perché riveli i nostri segreti più intimi, però, visto che mi fai ridere come un cretino ti perdono :)) In ordine sparso: 81 (mi son procurato la mastite suggendomi i capezzoli) 73 (ho cacato in un bagno turco) 25 (mi sono scapicollato senza ausilio del vocabolario. Solo dieci anni più tardi ho capito d’essermi scapicollato, con ausilio del vocabolario) (c’eri anche tu, se non sbaglio. Ricordi quando abbiamo tentato la scalata del monte Calvo?) 70 (in questo momento mi sto infilando la proboscide di formichiere nel culo perché ieri ho sperimentato il 68) (avessi sperimentato il 69 *verticale* sarei molto più allegro)
    Anonimo: Vaffanculo (ero io, hehehe)
    Arthurcravan: non conosco Dinci, ma i fiori blu glieli porto comunque (grazie :)
    Ubik: ti ho già fatto troppi complimenti in questi giorni; vedi un po’ d’annà affanc… (hei, sto scherzando! :))
    Vou: in effetti ho tentato anche la sfilettatura del frenulo (dicevano che avrei guadagnato mezzo centimentro di lunghezza) (parlo della lingua) (per il pisello si parlava addirittura di 2 cm) (leggende metropolitane) e ancora mi si anchilosano i testicoli al solo rimembrare (grazie per la visita :)
    Eka: basterebbe un po’ di favonio. Se tu vivessi a trieste direi che sa molto di esperienza vissuta :)) (a proposito, mi capita spesso che il cervello mi abbandoni e in quei momenti sarei pronto a giurare che a trieste soffia la skoda, anche se mi sfugge il nesso tra bora e skoda)
    Miic: ricambio l’ammirazione, perdio!

  52. Seymandi / Feb 11 2005 2:52 pm

    Rimanere chiusi fuori di casa e, non avendo alternative, andare a fare una nuotata al mare. Solo che proprio mentre siete in mezzo a quest’ultimo una violenta pioggia di incudini della durata di 15 minuti non vi lascia altro da fare che soccombere. Rimanere vivi per uno scherzo del destino incastrati sotto un’incudine, sott’acqua e, non contenti, morire per un infarto dopo molteplici ischemie.

    Successe a Robert Fordies, il 16 maggio 1935 a Cape Fierman, nell’Oregon.

  53. CieloVerso / Apr 12 2010 12:05 am

    È meravigliosa questa roba! Ho riso troppo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: