Skip to content
febbraio 19, 2004 / Climacter

Netta mi è sempre vi…

Netta mi è sempre vicina. Io non so esprimerle in altro modo la mia gratitudine se non pubblicando un commento depositato nel suo blog in cui mi ero lasciato andare alla rievocazione di ricordi autentici, senza badare alla forma e in preda ad un trasporto che ora non riesco più a percepire né ritrovare. Lo dedico a lei per una volta ancora, insieme a una poesia di Laforgue.

Ti amo, proprio come ho amato il camionista scozzese che riusciva a capire il mio inglese monosillabico e che mi ha offerto da bere parlandomi di sua moglie e insegnandomi nel contempo posizioni ardite del suo personale kamasutra, proprio come ho amato un poeta americano che ho incontrato a Orta San Giulio e mi ha offerto da bere e da mangiare spiegandomi che suonava il violino, ragion per cui io gli dissi Paganini è fico nel mio inglese monosillabico e lui mi rispose Paganini mierda nel suo italiano più-che-dignitoso. Ero molto giovane e lui era un cinquantenne con stivali da cowboy, capello lungo, fisico asciutto, occhi guizzanti, voce profonda, mani da poeta-violinista. Ed era generoso e di una pazienza commovente perché io piangevo per Sara e gli parlavo di Sara nel mio inglese stentato monosillabico e lui mi ascoltava e mi riempiva il bicchiere di bourbon e mi chiamava Charles, Charles ricorderai ciò che ora ti fa desperare con uno sorriso, you know, charles, sono proud de averte conasciuto.
E ora ti canto Laforgue come ti avevo promesso: “al chiaro di luna / amico Pierrot/ filiamo, in costume, / lassù presidiamo!/ il mio cervello/ è morto davvero./ Cristo se lo porti!/ Dinnanzi alla luna/ restiamo, la bocca/ aperta a zero. // Inconscio, dentro di noi scendete per riflessi:/ imbrogliate le carte, i dizionari, i sessi./ Per cominciar, come un fachiro io piroetto!/ (prima dell’uso, agitare il poveretto)./ Ho il cuore casto e vero come una buona lampada;/ sì, sono inciso in rame, al pari di una stampa. // Venere enorme Reggente/ già langue all’orizzonte dei greti;/ è l’ora, brava gente,/ gente nata accasata, di stordirsi/ in gorgheggi di sogni prolungati!/ Coribante, le coperte ai quattro venti!/ Disloca i tuoi pudori, abbasso i limiti!/ In candido costume io farò il cigno,/ dopo di noi il Diluvio, o Leda mia!/ Fino a che roteino i tuoi occhi vitrei/ e tu ti scuota in orrende risate, / hop, liquidiamo sugli orizzonti insipidi/ i minuetti delle nostre pagliacciate! // Toh, l’Universo è a rovescio!/ -Tutto questo fa molto onore a voi,/ Lord Pierrot, ma e poi? (…)
Jules Laforgue, Complainte de Lord Pierrot

Annunci

14 commenti

Lascia un commento
  1. Akin / Feb 19 2004 12:39 pm

    (Bentorné, Charles!)

  2. netta / Feb 19 2004 1:00 pm

    emozionata.. netta.. baci.. baci.. baci….Giovanotto!!

  3. kairos / Feb 19 2004 2:41 pm

    Clim se sapessi cosa dire, giuro, lo farei.Lascio qualche lettera sparpagliata per una cosa così bella.àiuhrèL<GRPedkvndhlty,

  4. anonimo / Feb 19 2004 4:19 pm

    se sei riuscito nell’esercizio della tabellina dell’otto senza subire alterazioni mentali…prova a metterti sotto la doccia ed impugnando l’erogatore dell’acqua nella mano destra lavati il braccio sinistro. Contemporaneamente col braccio sinistro insaponati il braccio destro. Tutto ciò stringendo un pennarello tra i denti e scrivendo almeno dieci volte sul vetro della doccia: “mi sto facendo delle gran seghe mentali.”

  5. netta / Feb 20 2004 9:17 am

    buon giorno Climacus…

  6. tulipani / Feb 21 2004 1:22 pm

    climin climin bonjour (after alcoooolic aperitif avec saucisses crudes mit kartoffeln)

  7. Climacus / Feb 21 2004 2:10 pm

    Ehi, tulip, approssimazione ha superato netta in quanto a numero di contatti (vd list referrer se nun ce credi) (questo può solo voler dire che m’ami) /Ciao a tutti, amici. Andy: cazzo fai stasera? /Ho letto i tuoi ultimi post, Akin, ma non oso commentare perché ho la testa vuota. Belli veramente./Kairos, un giorno passo da te e ti lascio una poesia di Laforgue./Nettina, un goccio di latte nel caffè. Grazie :)/ Mk: sposami! /Eddie: spesami/ Tuli : spossami (sessualmente parlando)/ George, vada pure.

  8. parliamone.mk / Feb 22 2004 11:50 am

    quando?

  9. Climacus / Feb 22 2004 12:30 pm

    10 novembre 2005. Può andar bene? Abbiamo tutto il tempo per conoscerci, convivere, sopravvivere alle nostre eccentricità, decentrare i baricentri dei nostri ego, compendiare le nostre meschinità in silenzi degradanti e creare lunghe appendici assoniche alle nostre Qualità più elevate, affinché le nostre risorse migliori siano sempre disponibili in forma di recettori e trasmettitori pre e postsinaptici da assumere in dosi giornaliere di solidarietà reciproca.

  10. tulipani / Feb 23 2004 8:44 am

    Ah, ecco. Con me le cosacce senza impegno, eh?

  11. Climacus / Feb 23 2004 8:52 am

    Tuly, giuro che in quelle cosacce ci metto tutto il mio impegno… (cazzo, ancora non sono sposato e ho già l’amante) (fantastico)

  12. parliamone.mk / Feb 23 2004 12:21 pm

    10 novembre 2005? il 17 no?

  13. Climacus / Feb 23 2004 12:27 pm

    Ok. Vada per il 17. E se qualcuno è contrario, parli ora o mai più!

  14. parliamone.mk / Feb 23 2004 3:28 pm

    e ora ci prepariamo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: